Home / PSR Rurale / PSR 2014-2020 Focus Area 6.C – informazione e comunicazione TIC

PSR 2014-2020 Focus Area 6.C – informazione e comunicazione TIC

Posted on

Gli obiettivi della politica di sviluppo rurale, sono perseguiti tramite le seguenti sei priorità dell’Unione in materia di sviluppo rurale, che a loro volta esplicitano i pertinenti obiettivi tematici del Quadro Strategico Comune (QSC):

P6: adoperarsi per l’inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali, con particolare riguardo ai seguenti aspetti :

C) promuovere l’accessibilità, l’uso e la qualità delle tecnologie dell’informazione e comunicazione (TIC) nelle zone rurali.

Nell’ambito del PSR 2014-2020 Focus Area 6.C si interviene per incentivare l’inclusione sociale , lo sviluppo economico delle zone rurali e diminuire la povertà, attraverso l’accessibilità , l’uso e la qualità delle Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione TIC.

banda larga

La Focus Area 6.C va a soddisfare alcuni dei Fabbisogni specifici di ogni Regione d’Italia e proprio per questo il tipo di le misure messe in atto, sono differenti le une dalle altre. Gli interventi saranno quindi programmati nell’ambito di alcune delle seguenti misure facenti parte dell’elenco generale:

  • M01 – Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione
  • M07 – Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali

Ognuna di queste misure saranno oggetto di articoli nelle prossime settimane

Seguimi

Queste misure vanno a soddisfare una serie di fabbisogni generali differenti da regione a regione (qui sotto ne sono riportati alcuni) quali:

  1. Implementare l’infrastrutturazione telematica e digitale, promuovere la diffusione servizi ICT
  2. Favorire l’accesso alle informazioni per la popolazione e le imprese delle aree rurali
  3. Coordinamento organizzativo, semplificazione amministrativa e capacità di governance
  4. Favorire la creazione e lo sviluppo di servizi digitali pubblici (e-Government) e privati (e-commerce), promuovere la diffusione delle ICT e la creazione di competenze digitali tra le famiglie e nelle imprese, potenziare le reti in banda larga e ultra-larga.

Tutti questi fabbisogni aiutano le Regioni, l’Italia e quindi la UE a perseguire l’Obiettivo Tematico 2 (OT2) : migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché l’impiego e la qualità delle medesime .

Nel PSR, il risultato atteso da questa Focus Area sarà quindi, quello del:

R.A. 2.1 Riduzione dei divari digitali nei territori e diffusione di connettività in banda ultra larga (“Digital Agenda” europea) :

2. Interventi volti a promuovere l’accessibilità, l’uso e la qualità delle tecnologie dell’informazione e comunicazione TIC nelle zone rurali.

tecnologia digitale

Nell’ambito della priorità della Focus Area 6.C saranno attuati tutti quei processi di riduzione significativa del digital divide. Considerata l’importanza strategica, molte operazioni, se non tutte, che verranno finanziate in questa focus area, verranno realizzate da enti pubblici.

Verranno promossi quegli interventi volti a sviluppare l’accessibilità, l’uso e la qualità delle tecnologie dell’informazione e comunicazione (TIC) nelle zone rurali attraverso l’implementazione delle infrastrutture per la banda larga. Saranno previsti interventi a favore di servizi, scuole e biblioteche.

La riduzione del divario tecnologico richiede interventi che riguardano gli investimenti infrastrutturali per la banda larga, il miglioramento dell’offerta dei servizi telematici, l’informazione dei cittadini e delle imprese sulle opportunità offerte dalla rete, il miglioramento delle capacità di utilizzo di tali strumenti.

La priorità degli interventi sarà rivolta ai comuni di piccole e medie dimensioni ed a più bassa densità abitativa.comunicazione

I finanziamenti supporteranno il settore primario e i cittadini delle aree rurali, con particolare attenzione ai servizi di promozione e di internazionalizzazione per le imprese e promuoveranno la valorizzazione delle risorse locali tramite sistemi innovativi in grado di favorire la conoscenza del territorio.

Per le azioni trasversali si interverrà con azioni di formazione e acquisizione di conoscenze e progetti a carattere collettivo.

Se l’articolo ti è piaciuto, Condividilo con i tuoi amici! Mi saresti di grande aiuto, in fondo ti ho trasmesso un po’ della mia conoscenza!

Se vuoi approfondirlo, lasciami un tuo commento in merito !

Arrivederci al prossimo articolo.

Elvis

Foto tratte da Google Immagini

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: