Home / PSR Rurale / Bandi / PSR 2014-2020 Emilia-Romagna – Bando 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali in approccio individuale

PSR 2014-2020 Emilia-Romagna – Bando 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali in approccio individuale

Posted on

Il tipo di operazione 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali, contribuisce alla focus area P3.A e promuove gli investimenti delle imprese agroindustriali di trasformazione e/o commercializzazione di prodotti agricoli in approccio individuale.

cooperativa ortofrutta Le domande di sostegno a valere sul tipo di operazione 4.2.01 potranno essere presentate a decorrere dal 15 aprile 2016 e fino al 30 giugno 2016 con le modalità procedurali e la specifica modulistica approvate da AGREA.

Se non l’hai ancora letto, per avere una migliore visione del quadro in cui opera questa operazione, guarda il post relativo alla F.A. 3.A organizzazione e competitività degli agricoltori per integrarli nella filiera agroalimentare

rain_lin

Se ancora non l’hai fatto, scarica ora e leggi l’ebook “Progetta_lo_Sviluppo_Rurale_della_tua_PMI”. Ti aiuta a creare il progetto per il finanziamento della tua impresa rurale.rain_lin

Se sei interessato a questo bando e se mi hai letto fino a questo punto, sicuramente lo sei e vuoi saperne di più.

Continua a leggermi.

È importante valutare bene le caratteristiche di un bando per sapere se può realmente aiutarti nello sviluppo del tuo progetto. Queste caratteristiche sono riassunte in : descrizione dell’operazione, beneficiari, tipo di supporto e condizioni di ammissibilità.

Solamente se riscontri che in queste informazioni  ci sono caratteristiche che possano portare al finanziamento del tuo progetto, allora vale la pena approfondirne la conoscenza leggendo meglio tutto il bando, altrimenti sarebbe solo tempo perso.   E io non voglio farti perdere tempo!

Descrizione dell’operazione – obiettivi

descrizioneIl tipo di operazione 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali – persegue l’obiettivo di sostenere e sviluppare il sistema agroalimentare nel suo complesso, attraverso la sovvenzione delle imprese di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli in un contesto di filiera che migliorino il rendimento dell’impresa, aumentandone la competitività ed innovando i processi ed i prodotti.

Sono ammissibili gli investimenti realizzati sul territorio regionale quali:

  • realizzazione, ristrutturazione, ammodernamento di impianti di condizionamento, trasformazione, commercializzazione dei prodotti della filiera agroindustriale;
  • introduzione di tecnologie innovative;
  • tecnologie e procedure per sviluppare nuovi o maggiori prodotti di qualità o aprire nuovi mercati;
  • impianti e tecnologie funzionali alla razionalizzazione del ciclo produttivo ed alla qualificazione delle produzioni anche sotto l’aspetto della sicurezza alimentare;
  • realizzazione e/o ammodernamento di strutture di raccolta, ricevimento, stoccaggio, condizionamento, cernita, imballaggio;
  • ottenimento di livelli di tutela ambientale e sicurezza del lavoro superiori ai minimi indicati dalla normativa vigente;
  • opere connesse ad ottenere una maggiore efficienza energetica dell’impianto quali: isolamento termico degli edifici, razionalizzazione, e/o sostituzione di sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione,
  • installazione, per la sola finalità di autoconsumo, di impianti per il recupero e la distribuzione di energia termica all’interno dell’unità produttiva, ovvero per il recupero del calore prodotto da impianti produttivi.

Sono inoltre ammissibili le spese sostenute per :

  • costruzione e ristrutturazione di immobili;
  • acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature;
  • investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti (max 10% della spesa totale), acquisto di software, creazione e/o implementazione di siti internet, acquisto di brevetti e licenze

Non sono ammissibili a puro titolo di esempio non esaustivo, i seguenti investimenti:

  • investimenti avviati in data antecedente o uguale a quella della domanda di sostegno.
  • gli investimenti che riguardano il livello del commercio al dettaglio;
  • gli investimenti di mera sostituzione;
  • gli investimenti relativi ad abitazioni di servizio.

Beneficiari

beneficiarioI beneficiari dell’operazione  4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali – sono le imprese agricole che svolgono attività di commercializzazione e/o trasformazione  di prodotti agricoli acquistati o conferiti per almeno il 51% da soggetti terzi.

Tipo di supporto

supportoLe risorse finanziarie destinate a questo bando ammontano a € 60.000.000,00 . Il sostegno dell’operazione 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali – concesso sotto forma di contributo in conto capitale sarà quantificato nel  40% calcolato sul totale della spesa ammissibile;

Gli investimenti proposti, dovranno avere una dimensione finanziaria minima di € 250.000,00 Euro e massima di € 5.000.000,00 Euro

Condizioni di ammissibilità

4 CondizioniLe domande per il sostegno dell’operazione 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali – devono essere presentate da imprese che abbiano i seguenti requisiti:

  • essere iscritte al registro della CCIAA;
  • essere iscritte all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole, con posizione validata;
  • proporre investimenti conformi al bando e dimostrare che questi producano un miglioramento globale dell’azienda , una concreta ricaduta in termini di reddito e servizi offerti agli agricoltori, occupazione, ecc.;
  • dimostrare la fattibilità del progetto sotto l’aspetto tecnico-logistico e della sostenibilità finanziaria;
  • essere in regola con i contributi previdenziali (DURC regolare).

Criteri di priorità

  • Maggiori garanzie oggettive di positiva ricaduta dei benefici dell’investimento sui produttori agricoli di base
  • Garanzie ambientali
  • Certificazioni
  • Vantaggi occupazionali
  • Consolidamento e sviluppo di produzioni di qualità regolamentata
  • Interventi funzionali a migliorare l’efficienza energetica
  • Innovazione tecnologica del ciclo produttivo
  • Interventi ubicati in area montana svantaggiata ai sensi della Direttiva 75/268/CEE e successive modifiche ed integrazioni

Il punteggio minimo di accesso ai contributi è fissato in 15 punti, sotto al quale il progetto non viene considerato ammissibile.

 Considerazioni

considerazioniLa Regione con l’operazione 4.2.01 – investimenti in aziende agroindustriali –  ha ritenuto opportuno favorire i progetti medio grandi al fine di creare maggiore ricaduta su tutta la filiera agroalimentare.

Questa operazione tende ad ammodernare e rinnovare le aziende,  favorire l’aggregazione e programmazione dell’offerta agricola, rafforzare le filiere competitive e sostenibili di prodotti di qualità e di sistemi ad elevata efficienza energetica. La ricaduta occupazionale è alla base di tutta l’operazione.

Ciò che è importante considerare è che, per tutta quanta la programmazione 2014-2020, ci sarà solo un altro bando in approccio di sistema, (quest’anno?) su questo tipo di operazione. Quindi occorre approfittare adesso , prima della scadenza del 30 giugno, dell’opportunità offerta dal bando regionale per lo sviluppo dell’azienda.

Ti serve un aiuto nel gestire la domanda di finanziamento? o non sai come gestire il progetto e la rendicontazione finale?

contattami adesso

 

Insieme creeremo un’azienda più efficiente!

Se l’articolo ti è piaciuto, ne sono contento e … ti chiedo gentilmente di Condividerlo con i tuoi amici!  Mi saresti di grande aiuto, in fondo ti ho trasmesso un po’ della mia conoscenza! J Grazie comunque…

Se vuoi approfondire l’argomento o comunicarmi qualcosa in merito, lascia un tuo commento qui sotto !

Arrivederci al prossimo articolo.

Elvis

 

Foto tratte da Google Immagini

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: