Home / PSR Rurale / Bandi / PSR 2014-2020 Emilia-Romagna – Bando 4.1.01 – Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema

PSR 2014-2020 Emilia-Romagna – Bando 4.1.01 – Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema

Posted on

Il tipo di operazione contribuisce alla focus area P2.A e promuove gli investimenti in aziende agricole attraverso l’ammodernamento delle stesse per migliorarne l’efficienza economica, ambientale e sociale in approccio individuale.

ristrutturazione edifici rurali


Le domande di sostegno a valere sul tipo di operazione 4.1.01 potranno essere presentate a decorrere dal 15 aprile 2016 e fino al 15 luglio 2016 con le modalità procedurali e la specifica modulistica approvate da AGREA.

La presentazione della domanda di sostegno, a valere sul tipo di operazione 4.01.1 investimenti in aziende agricole,  che risulta incompleta di tutte le informazioni richieste, entro il termine perentorio sopra previsto, comporta l’impossibilita di accesso agli aiuti del bando. 

La graduatoria delle sovvenzioni erogate verrà pubblicata sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna entro il 14/11/2016

Se non l’hai ancora letto, per avere una migliore visione del quadro in cui opera questa operazione, guarda il post relativo alla F.A. 2.A sul potenziamento della redditività e competitività delle aziende agricole!

seminatrice

rain_lin

Se ancora non l’hai fatto, scarica ora e leggi l’ebook “Progetta_lo_Sviluppo_Rurale_della_tua_PMI”. Ti aiuta a creare il progetto per il finanziamento della tua impresa rurale.

rain_lin

Se sei interessato a questo bando e se mi hai letto fino a questo punto, sicuramente lo sei e vuoi saperne di più.

Continua a leggermi.

È importante valutare bene le caratteristiche di un bando per sapere se può realmente aiutarti nello sviluppo del tuo progetto. Queste caratteristiche sono riassunte in : descrizione dell’operazione, beneficiari, tipo di supporto e condizioni di ammissibilità.

Solamente se riscontri che in queste informazioni  ci sono caratteristiche che possano portare al finanziamento del tuo progetto, allora vale la pena approfondirne la conoscenza leggendo meglio tutto il bando, altrimenti sarebbe solo tempo perso.   E io non voglio farti perdere tempo!

Descrizione dell’operazione – obiettivi

descrizioneIl tipo di operazione 4.1.01 – investimenti in aziende agricole – persegue l’obiettivo di favorire la realizzazione di investimenti finalizzati al miglioramento delle prestazioni e della sostenibilità globale delle aziende agricole regionali, intesa come sostenibilità dei processi produttivi da un punto di vista economico, ambientale e sociale

Sono ammissibili gli investimenti realizzati sul territorio regionale quali:

– costruzione/ristrutturazione immobili produttivi;

– miglioramenti fondiari;

– macchinari, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale;

– impianti di lavorazione/trasformazione dei prodotti aziendali, fermo restando quanto precisato al successivo 2° paragrafo del “Tipo di supporto”;

– investimenti funzionali alla vendita diretta delle produzioni aziendali;

– investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti/consulenti e studi di fattibilità, entro il limite massimo del 10% delle stesse;

– investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di brevetti/licenze.

Non sono ammissibili investimenti avviati in data antecedente o uguale a quella della domanda di sostegno.

Non sono altresì ammissibili, in questa operazione 4.1.01 – investimenti in aziende agricole – a titolo di esempio non esaustivo, i seguenti investimenti:

– investimenti oggetto di altri aiuti pubblici, fatta eccezione per quelli finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili che godono di tariffe incentivanti;

– impianti finalizzati alla produzione di energia da fonti rinnovabili di potenza superiore al fabbisogno medio aziendale annuo;

– impianti per produzione di energia elettrica da biomasse per i quali non sia garantito l’utilizzo di almeno il 20% dell’energia termica;

– impianti per produzione di energia elettrica da biomasse alimentati con colture dedicate;

– l’acquisto di veicoli non riconducibili alla categoria dei macchinari adibiti a lavori agricoli ai sensi del D.M. 454 del 14 dicembre 2001;

– gli interventi relativi al settore dell’acquacoltura ;

– gli interventi riferiti all’agriturismo;

– gli interventi finalizzati alla produzione aziendale di birra, pane ed altri prodotti non ricompresi nell’Allegato I al Trattato UE;

– realizzazione/manutenzione straordinaria di pozzi;

– impianti di irrigazione;

– realizzazione di invasi ad uso irriguo;

– acquisto di diritti di produzione agricola, di diritti all’aiuto, di animali, di piante annuali e la loro messa a dimora;

– acquisto, costruzione, manutenzioni ordinarie e straordinarie di fabbricati abitativi;

– acquisto, manutenzioni ordinarie di fabbricati produttivi;

– acquisto di dotazioni usate e acquisto con la formula del leasing;

– IVA;

– investimenti che non rispettino la normativa vigente o che non siano riconducibili a fattori di produzione agricola;

– spese sostenute con modalità di pagamento non conformi a quanto previsto dall’Allegato n. 4 al presente bando.

Alcuni degli investimenti non ammissibili con questo bando, lo sono per il solo fatto che quei tipi di investimenti sono sovvenzionati da altre tipologie di operazione.

Beneficiari

beneficiarioI beneficiari di questa operazione operazione 4.1.01 – investimenti in aziende agricole – sono le imprese agricole che presentano un Piano di Investimento (PI) coerente con le finalità della stessa. Per impresa agricola si intende sia quella in forma singola sia in quella associata come le cooperative o le “Comunioni a scopo di godimento”.

Possono accedere anche le imprese agricole che si configurano come “Proprietà collettive” esclusivamente per la gestione diretta dei terreni non sottoposti ad assegnazione.

Tipo di supporto

supportoIl sostegno dell’operazione 4.1.01 – investimenti in aziende agricole – sarà quantificato in base alla spesa ammissibile:

– 50% se imprese condotte da giovani agricoltori e/o in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici (esclusi investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali);

– 40% negli altri casi e in caso di investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali.

Si precisa che gli investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali saranno ammissibili qualora almeno il 66% della materia prima coinvolta sia di provenienza aziendale.

Condizioni di ammissibilità

condizioniLe imprese devono avere i seguenti requisiti:

  • essere iscritte al registro della CCIAA;
  • essere iscritte all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole, con posizione validata;
  • per le aziende operanti nel settore lattiero-caseario, deve risultare in regola con eventuali pagamenti dovuti per adesione alla rateizzazione o imputazione di prelievo;
  • impegnarsi alla conduzione dell’azienda per almeno 5 anni dalla data di adozione della liquidazione del saldo del sostegno senza apportare modifiche sostanziali volontarie alla sua consistenza;
  • rendere disponibili tutti i dati richiesti dalle attività di monitoraggio e valutazione.
  • Deve essere in regola con i contributi previdenziali (DURC regolare).

Al momento della presentazione della domanda l’azienda deve avere una dimensione economica, Standard Output, (Piano Colturale è l’importo corrispondente nella Domanda Unica 2015 o con riferimento all’annata agraria 11/11/2014-10/11/2015) non inferiore a 15.000 Euro se in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici , a 20.000 Euro nelle altre zone. Per aziende che partecipano a progetti collettivi, attraverso la forma della “Comunione a scopo di godimento”, dette soglie di Standard Output sono ridotte, rispettivamente, a 12.000 Euro e 15.000 Euro.

Il PI deve prevedere un importo di spesa ammissibile di almeno € 10.000 in zona svantaggiata con vincoli naturali o altri vincoli specifici ed almeno € 20.000 nelle altre zone.

Il PI deve inoltre conseguire un punteggio di almeno 6 punti e prevedere un tempo massimo per la sua realizzazione non superiore a 12 mesi.

Tutti gli investimenti dovranno essere realizzati sul territorio regionale.

Ogni impresa potrà presentare al massimo 2 domande ognuna relativa a settori diversi, fermo restando il limite massimo assoluto per il calcolo del PI (€ 3.500.000)

Il punteggio complessivo della domanda, pena l’inammissibilità, dovrà essere pari o superiore a 8 punti e verrà determinato dalla sommatoria dei punteggi conseguiti sulla base dei criteri di priorità stabiliti per il tipo di operazione riferibili al beneficiario ed al PI.

Le domande valutate ammissibili a seguito dell’istruttoria tecnica saranno collocate in graduatoria in base al punteggio conseguito.

Condizioni di ammissibilità specifiche

Il tipo di operazione 4.1.01 – investimenti in aziende agricole –  prevede, per impianti di irrigazione /invasi aziendali, che siano soddisfatte le seguenti condizioni particolari di ammissibilità.

  • il contatore del consumo dell’acqua relativo all’investimento dovrà risultare preposseduto o previsto da progetto;
  • il diritto a derivare la risorsa idrica da parte del beneficiario sarà rivisto/emendato in linea con i requisiti della DQA per quanto riguarda il buono stato ambientale;
  • il beneficiario sarà impegnato ad utilizzare l’impianto secondo le migliori tecniche utili ad assicurare il risparmio della risorsa idrica.
  • qualora l’investimento consista nel miglioramento/sostituzione di un impianto di irrigazione esistente, esso dovrà consentire un risparmio idrico potenziale calcolabile in base al livello di efficienza idrica dell’impianto esistente, (vedere la Tabella Misura 4_1_Tecniche irrigue e Tabella Misura 4_1_Risparmio idrico pag. 263-264 del PSR ER ver.2.2 ) , pari almeno:
    • al 25 % per passaggio da un impianto di categoria “bassa efficienza” (B) ad uno delle categorie superiori;
    • al 10 % per passaggio tra impianti della medesima categoria “media efficienza” (M);
    • al 5% per passaggio da un impianto di categoria “media efficienza” ad uno di categoria “alta efficienza” (A) o tra impianti all’interno di quest’ultima.

Considerazioni

considerazioniLa Regione con l’operazione 4.1.01 – investimenti in aziende agricole – ha ritenuto opportuno favorire la distribuzione delle risorse disponibili per tale misura, su un numero di soggetti abbastanza ampio in modo tale da favorire sia lo sviluppo delle imprese potenziali o piccole, sia l’innovazione continua di quelle grandi.

A tale scopo l’accesso alla operazione 4.1.01 sarà limitato alle aziende agricole di dimensione economica uguale o superiore a 15.000 euro in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici e a 20.000 euro negli altri ambiti territoriali regionali.

Inoltre il massimale di spesa ammissibile a finanziamento per Piano di Investimenti (PI) sarà modulato in modo da favorire maggiormente le aziende di classe dimensionale inferiore, che possono ritenersi quelle con margini di sviluppo più ampi rispetto alla situazione di partenza.

Per valutare la dimensione della sovvenzione occorre fare due calcoli:

  • se la dimensione economica dell’azienda è di circa € 50.000 vuol dire che il PI potrà considerare un massimo di € 250.000 di spese ammissibili (quelle finanziate, per intenderci). Per arrivare a tale cifra massima, considerando che la sovvenzione, per giovani agricoltori o imprese in aree con vincoli, è del 50% il PI dovrà prevedere un importo massimo di progetto di € 500.000. Diversamente per le altre imprese ove il supporto è solo del 40% l’importo massimo di progetto è di € 625.000 per avere lo stesso importo finanziato di € 250.000.

Ti serve un aiuto nel gestire la domanda di finanziamento? o non sai come gestire il progetto e la rendicontazione finale?

contattami adesso

 

Insieme creeremo un’azienda più efficiente!

Se l’articolo ti è piaciuto, ne sono contento e … ti chiedo gentilmente di Condividerlo!

Se vuoi dirmi qualcosa in merito, lascia un tuo commento qui sotto !

Arrivederci al prossimo articolo.

Elvis

 

Foto tratte da Google Immagini

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: