Home / Europa / Finanziamenti a fondo perduto

Finanziamenti a fondo perduto

Posted on

Finanziamenti a fondo perduto

Facciamo un piccolo ripasso sulla definizione di finanziamenti a fondo perduto, a cosa servono, cosa finanziano e quali tipologie di finanziamento esistono oltre a questi.finanziamenti a fondo perduto

Definizione

Si definiscono finanziamenti a fondo perduto o in conto capitale, tutti quelle somme di denaro erogate ad un beneficiario (ente, impresa, professionista, associazione profit e no profit, pubblico o privato), a fronte di un progetto approvato, che  una volta erogati non dovranno più essere restituiti all’ente che li ha erogati.

A cosa servono

Il contributo a fondo perduto serve essenzialmente a dare un aiuto economico concreto al beneficiario.

Il contributo sarà erogato, in percentuale sull’ammontare delle spese, solo dietro presentazione di tutte le spese preventivate per la realizzazione del progetto (fatture quietanzate cioè già pagate) … Hai letto bene! Prima devono essere rendicontate tutte le spese con la verifica di tutte le fatture emesse e pagate, e solo dopo si riceverà effettivamente il contributo.

Attività finanziate

I finanziamenti a fondo perduto vengono effettuati dall’Unione Europea (e a cascata dai vari Enti, Stato, Regione e Comune che gestiscono i fondi) a favore di quelle attività che per loro natura hanno bisogno di un ‘propellente’ per poter portare avanti i vari progetti. Sto parlando dell’attività di Ricerca e Sviluppo‘.

Mentre per altre attività si utilizzano altre forme di finanziamento, che vediamo dopo.

Oltre a ciò, sono oggetto di finanziamento a fondo perduto anche alcune tipologie di beneficiari, Enti pubblici e PMI (micro-imprese e ditte individuali) per progetti con obiettivo l’aumento della concorrenza.

Una menzione particolare va all’Agricoltura. Attraverso il FEASR la quasi maggioranza dei bandi è del tipo ‘a fondo perduto’, per la particolarità delle difficoltà del settore in Europa. Vedi anche l’articolo sulla PAC!

5 Tipologie di Finanziamento

I contributi a fondo perduto non sono tutti uguali! Questo dipende dalle finalità del contributo. Ecco come può essere concesso:

1. Contributo in conto capitale

E’ il contributo più richiesto. I contributi in conto capitale incrementano il patrimonio dell’impresa. Vengono utilizzati per la copertura delle spese in generale del progetto.

Viene richiesta una garanzia sotto forma di fidejussione solo se è richiesto un anticipo sulla somma finanziata.

2. Contributo in conto impianti

I contributi in conto impianti riducono il costo di acquisto di beni ammortizzabili al fine di incentivare gli investimenti.

E’ un contributo poco usato.

3. Contributo in conto esercizio

I contributi in conto esercizio sostengono i costi di gestione di uno specifico progetto o di una fase particolare di vita dell’impresa (start up), integrando i ricavi dell’azienda o riducendo i costi di esercizio.

I costi riconosciuti sono quelli per il personale, pubblicità, locazioni immobiliari, utenze, etc.

La differenza dai contributi in conto capitale è a livello fiscale e contabile.

4. Contributo in conto interessi

I contributi in conto interessi ha lo scopo di ridurre il tasso di interesse applicato al finanziamento stipulato dal beneficiario. L’entità dell’agevolazione è calcolata attualizzando la differenza tra tasso ordinario e tasso agevolato.

Vengono concessi a fronte di un contratto di finanziamento, a medio-lungo termine, ed è erogato direttamente dall’ente finanziatore.

5. Contributo in conto canoni

Il contributo in conto canoni ha le stesse caratteristiche del contributo in conto interessi ma viene erogato a fronte di un contratto di locazione finanziaria (leasing). Lo scopo è sempre quello di abbattere gli oneri di esercizio.

 

Come sempre se l’articolo ti è piaciuto ti chiedo un piccolo favore che a te non costa nulla: condividi questo post nei tuoi social o se vuoi approfondirlo, lascia un tuo commento!

Arrivederci al prossimo articolo.

Elvis

 

foto estratte da Google immagini

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: