Home / PSR Rurale / Bandi / Bandi 8.1.01 – 8.1.02 – 8.1.03 – Forestazione e imboschimento

Bandi 8.1.01 – 8.1.02 – 8.1.03 – Forestazione e imboschimento

Posted on

Bandi 8.1.01 – 8.1.02 – 8.1.03 – Forestazione e imboschimento

Creazione di foreste e imboschimento di terreni agricoli e non in pianura ed in collina

8.1.01 “Imboschimenti permanenti in terreni agricoli e non agricoli di pianura e collina”
8.1.02 “Arboricoltura da legno  consociata – ecocompatibile”
8.1.03 “Arboricoltura da legno – Pioppicoltura ordinaria”

Le prime due operazioni 8.1.01 Imboschimenti permanenti in terreni agricoli e non agricoli di pianura e collina e 8.1.02 Arboricoltura da legno  consociata – ecocompatibile, contribuiscono alla Focus Area P5E e promuovono gli investimenti destinati a “Promuovere la conservazione e il sequestro del carbonio nel settore agricolo e forestale”.

La terza operazione la 8.1.03 Arboricoltura da legno – Pioppicoltura ordinaria contribuisce alla Focus Area P2A e promuove gli investimenti destinati a “Migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiarne la ristrutturazione e l’ammodernamento, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività …”

imboschimento 

Obiettivi dei bandi

L’obiettivo principale dei tre bandi per l’imboschimento permanente dei terreni è quello di favorire, principalmente, per i primi due bandi, il sequestro dell’anidride carbonica dal clima e fissarlo nel terreno attraverso le piante ed  a favorire un’economia a bassa

emissione di carbonio. Mentre per il terzo bando l’obiettivo è quello di creare una fonte di reddito alternativa, attraverso la piantagione di piante da legno al fine di incrementare il reddito dell’impresa agricola.

Destinatari del bando

Possono beneficiare degli aiuti, tutti i proprietari o possessori in virtù di un contratto di affitto o gestori di terreni pubblici e privati, nonché loro consorzi.

Le istanze a valere sui tipi di operazione 8.1.01 – 8.1.02 – 8.1.03 potranno essere presentate sul portale SIAG secondo le procedure e modulistica di AGREA .

Inizio presentazione domande: 14 luglio 2016

Scadenza per la presentazione delle domande: 30 settembre 2016

Se non l’hai ancora letto, per avere una migliore visione del quadro in cui opera questa operazione, guarda il post relativo alla F.A. 2.A  Potenziare la redditività  e competitività dell’azienda rurale e F.A. 5.E Conservazione e sequestro del carbonio.

Sostegno

Il sostegno è concesso a copertura dei costi di impianto

  • 8.1.01 – 100 %
  • 8.1.02 – arboricoltura consociata 100 %, pioppicoltura 70÷80 %
  • 8.1.03 – 40 % della spesa ammissibile

e comprende un premio annuale per ettaro a copertura dei costi di mancato reddito agricolo e manutenzione:

  • 8.1.01 – compresi tra 150€/Ha e 500 €/Ha per un periodo massimo di 12 anni,
  • 8.1.02
    • arboricoltura consociata – compresi tra 250€/Ha e 400 €/Ha
    • pioppicoltura – non sono previsti premi
  • 8.1.03 – non sono previsti premi

Risorse a bando

8.1.01 – risorse a bando: € 5.703.422,34

8.1.02 – risorse a bando: €  2.444.323,86

8.1.03 – risorse a bando: €  2.390.839,20

rain_lin

Se ancora non l’hai fatto, scarica ora e leggi l’ebook “Progetta_lo_Sviluppo_Rurale_della_tua_PMI”. Ti aiuta a creare il progetto per il finanziamento della tua impresa rurale.

rain_lin

Se sei interessato a questo bando e se mi hai letto fino a questo punto … allora ne vuoi saperne di più!

Continua a leggere

È importante valutare bene le caratteristiche di un bando per sapere se può realmente aiutarti nello sviluppo del tuo progetto. Queste caratteristiche sono riassunte in : descrizione dell’operazione, beneficiari, tipo di supporto e condizioni di ammissibilità.

Solamente se riscontri che in queste informazioni  ci sono caratteristiche che possano portare al finanziamento del tuo progetto, allora vale la pena approfondirne la conoscenza leggendo meglio tutto il bando, altrimenti sarebbe solo tempo perso.   E io non voglio farti perdere tempo!

Seguimi

Con questa operazione si vuole attivare una parte di investimenti volti a salvaguardare il patrimonio forestale e promuovere piantagioni per produzioni legnose in particolare in pianura e al miglioramento del clima ed agli effetti dei gas serra promuovendo la conservazione e il sequestro del carbonio nel settore agricolo e forestale nella regione al fine di conseguire gli obiettivi generali di Europa 2020 e del protocollo di Kyoto.

Per quanto riguarda l’operazione 8.1.03 si vuole cercare di aumentare il reddito d’impresa diversificando il mercato e aumentando la competitività dell’azienda.

Gli interventi di piantumazione di alberi ad alto fusto, in base a quanto redatto nel al Piano di Gestione Forestale o anche al Piano di Coltura e Conservazione, non devono superare il costo unitario per ettaro, massimo ammissibile indicato dalla Regione. Il contributo è limitato verso l’alto a tale importo unitario mentre se il costo dell’impianto è inferiore è limitato al costo effettivo.

Il sostegno non è concesso per l’impianto di bosco ceduo a rotazione rapida, di abeti natalizi e di specie a rapido accrescimento per uso energetico.

Ti serve un aiuto per presentare la domanda di finanziamento? o non sai come gestire il progetto e la rendicontazione finale?

contattami adesso

 

Se l’articolo ti è piaciuto, ne sono contento e … ti chiedo gentilmente un favore!
Condividilo con i tuoi amici!  Grazie comunque…

Se vuoi approfondire l’argomento o comunicarmi qualcosa in merito, lascia un tuo commento qui sotto !

Arrivederci al prossimo articolo.

Elvis

 

Foto tratte da Google Immagini

Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: